Bali e Indonesia: guida alle vaccinazioni obbligatorie e consigliate

Quando si inizia a organizzare il proprio viaggio a Bali e, più in generale, in Indonesia, la preoccupazione su vaccinazioni obbligatorie, malattie infettive o eventuali allerte sanitarie diventa, di solito, una delle priorità principali. Preoccuparsi di quali vaccini e precauzioni siano necessari per intraprendere un viaggio in un altro continente è più che normale! Quando poi la destinazione si trova nel continente asiatico o, più in generale, in nazioni sovrappopolate, è ancor più saggio informarsi. Spesso infatti ci si trova a fronteggiare condizioni igienico-sanitarie precarie, oppure malattie endemiche sconosciute al mondo occidentale.

tour bali itinerari

Le condizioni sanitarie in Indonesia

L’Indonesia è un paese che conta una popolazione di circa 250.000.000 di individui: una nazione immensa che si estende interamente nella fascia equatoriale del pianeta. Lungo queste latitudini si sviluppano, sotto forma endemica, numerose patologie. Fra le principali ricordiamo:

  1. bali indonesia malaria 2018MALARIA: febbre molto alta provocata da un parassita di nome Plasmodio (plasmodium malariae), e che di solito si manifesta dopo circa 15 giorni di incubazione. Ad oggi (aprile 2018) la malaria è presente nella maggior parte dell’Indonesia: le province di Maluku, Maluku Utara, Nusa Tenggara Timur, Papua e Papua Barat; la città di Labuan Bajo; l’isola di Komodo; le aree rurali di Kalimantan (Borneo), Nusa Tenggara Barat (compresa l’isola di Lombok), Sulawesi e Sumatra. Le zone a basso rischio di malaria sono le aree rurali di Java, tra cui Pangandaran, Sukalumi e Ujung Kulong. Il rischio di malaria è assente nelle città di Jacarta e Ubud, nelle aree più turistiche di Bali e di Java, sulle isole Gili e le Thousand Islands (Pulau Seribu).
  2. DENGUE: malattia virale tipica delle zone tropicali, che si diffonde tramite morso di zanzara infetta. I sintomi principali sono febbre alta, fortissimi dolori muscolari e rush cutanei.  La dengue è presente tutto l’anno in Indonesia, con un aumento delle trasmissioni durante la stagione delle piogge (novembre – aprile). I casi più frequenti sono a Est Java, Jakarta e Bali.
  3. FEBBRE TIFOIDE: questa malattia è strettamente collegata a una specie di salmonella nota come Salmonella Typhi. I sintomi più comuni sono febbre, nausea, dolori muscolari e addominali e diarrea o stitichezza. La salmonella viene trasmessa da cibo o acqua contaminata, e le persone possono trasmettere la malattia senza sapere di averla contratta. Se state programmando un breve soggiorno a Bali e prevedete di mangiare principalmente in hotel e villaggi, questa vaccinazione non è di solito raccomandata dai medici.
  4. EPATITE A e B: il virus dell’epatite A (HAV) viene trasmesso per via oro-fecale attraverso acqua e alimenti contaminati come, ad esempio, molluschi, verdure crude o frutta preparata da persone infette. L’epatite B (HBV), invece, è trasmissibile attraverso sangue infetto, sesso non protetto, oggetti infetti come aghi, lame di rasoio, apparecchiature dentali o mediche, trasfusioni di sangue non protetti.
  5. ENCEFALITE GIAPPONESE. Si tratta di un’infezi
  6. one causata da un virus appartenente al genere Flavivirus e che colpisce prevalentemente aree rurali, fattorie, risaie e aree di irrigazione, soprattutto in concomitanza o alla fine della stagione delle piogge.
  7. RABBIA. La rabbia è un’infezione causata da virus appartenenti al genere Lyssavirus . È una zoonosi, cioè una malattia degli animali che viene trasmessa agli esseri umani dalla saliva attraverso morsi e graffi di mammiferi infetti. L’infezione circola principalmente da animali come cani, gatti, scimmie, volpi, pipistrelli, sebbene tutti i mammiferi siano a rischio.
    Il virus attacca il sistema nervoso centrale che colpisce il cervello e il midollo spinale e, se non trattato, è fatale. A Bali e, più in generale, in tutta l’Indonesia, sono presenti numerosi animali affetti da rabbia. Il vaccino antirabbico in Indonesia è particolarmente costoso e di difficile reperibilità: si raccomanda pertanto di cautelarsi in maniera adeguata PRIMA DI PARTIRE.

Vaccinazioni obbligatorie e consigliate a Bali

Se state organizzando un viaggio a Bali o in qualsiasi altra località dell’Indonesia, sappiate che non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria. L’unico vaccino obbligatorio qui a Bali così come in qualsiasi luogo nel mondo è quello contro la febbre gialla: esso è richiesto solo e soltanto per viaggiatori di età superiore a 9 mesi che abbiano soggiornato per almeno 12 ore in paesi in cui tale malattia è endemica, vale a dire la fascia equatoriale di Africa e Sudamerica.

vaccinazioni raccomandate 2018 bali indonesia

Malaria e dengue: attenzione alle zanzare!

vaccinazioni bali dengueMalaria e dengue sono malattie presenti a Bali, per via della grande presenza di risaie, e del frequente ristagno delle acque. L’uso attento e costante di repellenti ad alto contenuto di principio attivo (almeno il 20% -30% di DEET, noto anche come N,N-dietil-m-toluammide, oppure il 20% di picaridina / icaridina / KBR 3023 sulla pelle esposta) può sicuramente aiutare a ridurre il rischio di contrarre malattie. Vi ricordiamo che le zanzare che trasmettono questi virus non appartengono alla stessa famiglia: quelle portatrici di dengue sono prevalentemente diurne, mentre quelle della malaria tendono ad essere più attive all’alba e al tramonto. Per questa ragione è necessario proteggersi lungo tutto l’arco della giornata, indossando abiti con maniche lunghe e pantaloni.

La stagione delle piogge che va da novembre a marzo è il periodo in cui le zanzare sono più numerose e attive, ma niente allarmismi: i casi di trasmissione sono limitati e più comuni tra la popolazione locale. Le strutture ricettive, infatti, sono solitamente dotate di aria condizionata o zanzariere, riducendo notevolmente i rischi di contagio.

Cibo crudo? No, grazie!

Colera e febbre tifoide sono malattie molto comuni in presenza di un’alta densità di popolazione. A Bali non si sono verificati casi di epidemie; per questo tipo di patologie basta fare attenzione a non assumere cibi crudi e bere solo acqua filtrata e/o sigillata (stesso discorso per l’epatite). In ogni caso, qualora preferiate sentirvi più tranquilli, vi basterà consultare il vostro medico di fiducia che vi saprà consigliare circa i vaccini e le migliori profilassi da seguire.

bali vaccini obbligatori

Bali Belly, l’eterna compagna di viaggio

vaccinazioni vaccini obbligatori

La diarrea del viaggiatore è un malessere conosciuto in tutto il mondo e che colpisce i viaggiatori che cambiano drasticamente regime alimentare e clima. Qui a Bali è nota con il nome di BALI BELLY, ma è una patologia comune ovunque e che colpisce prevalentemente i turisti. Niente di preoccupante però: vi basterà limitare l’assunzione di cibi crudi (verdure crude e frutta non sbucciata), evitare il ghiaccio sfuso, niente acqua del rubinetto e controllare che le bottiglie d’acqua siano ben sigillate. Se proprio non potete fare a meno di una bevanda ghiacciata, verificate che i cubetti siano bucati al centro: in tal caso significa che il ghiaccio è stato prodotto industrialmente e con acqua filtrata, e pertanto potrete bere in tutta tranquillità.

È consigliabile portare con sé dei farmaci antidiarroici per ogni evenienza; sappiate però che l’Imodium è facilmente reperibile anche a Bali in tutte le farmacie. Anche se nella maggior parte dei casi questo malessere non è pericoloso e svanisce nel giro di pochi giorni, se i sintomi persistono per più di 72 ore è bene rivolgersi a un medico. Inoltre, se si verificano entro 8 ore sintomi aggravanti come feci molli, vomito, forti crampi, sangue nelle feci e febbre, allora potrebbe essere necessario un antibiotico.

Quali farmaci portare a Bali?

Ne abbiamo già parlato nel nostro articolo relativo al bagaglio perfetto per la vostra vacanza balinese: le farmacie locali (Apotek) sono davvero molto rifornite e hanno prezzi contenuti. Se volete tuttavia portare con voi un piccolo kit di emergenza, questa lista sarà più che sufficiente. Parlatene con il vostro medico e fatevi consigliare i farmaci più adatti al vostro stato di salute:

  • disinfettante (ad es. Betadine)
  • antidolorifico
  • antifebbrile (ad es. Tachipirina o similari a base di paracetamolo)
  • antidiarroico (ad es. Imodium)
  • fermenti lattici. Un piccolo consiglio: iniziate ad assumere fermenti lattici almeno una settimana prima di partire, e continuate per almeno la prima settimana di permanenza. Aiuterà la flora intestinale a reagire meglio al cambio di alimentazione e temperature.
  • antibiotici a largo spettro
  • crema per scottature
  • disinfettante intestinale (ad es. Normix): questo è l’unico farmaco un po’ più difficile da trovare a Bali. Valutate, pertanto, di partire con un’adeguata fornitura.

Se siete affetti da patologie croniche che richiedono l’utilizzo di farmaci speciali portate con voi una scorta sufficiente, accompagnata da una dichiarazione IN INGLESE del vostro medico curante.

Valutate sempre con il vostro medico la decisione di vaccinarvi oppure no: ognuno di noi è unico, e il corpo umano risponde soggettivamente agli stimoli e alle condizioni esterne.