Sharing is caring!

Il Bali Kites Festival di Bali è una rassegna che raccoglie una serie di appuntamenti per gli amanti degli aquiloni, e che ha luogo ogni anno fra luglio e settembre, con l’inizio della stagione ventosa. I festival degli aquiloni sono uno degli appuntamenti più importanti della provincia di Bali, nonchè un’occasione per dare ampia visibilità al panorama culturale locale. La rassegna prevede una serie di appuntamenti, la maggior parte dei quali si svolge lungo la costa occidentale di Padanggalak, a nord di Sanur.

Festival degli Aquiloni: storia di una tradizione importante

Gli eventi di apertura del festival hanno luogo solitamente verso la fine di giugno (previa verifica delle giuste condizioni metereologiche) . Centinaia di team rivali di “manovratori di aquiloni” si riuniscono da ogni parte dell’isola per guidare i propri aquiloni tradizionali, insieme a squadre di provenienza internazionale con aquiloni più moderni di ogni forma e colore.

Nato come un evento a carattere “rurale” per rendere grazie agli dei per l’abbondante raccolto, il Festival degli Aquiloni di Bali è diventato un momento di alta competizione fra i gruppi giovanili appartenenti ai diversi banjar dell’isola, i quali inviano le proprie squadre (sekaa layangan) a sfidare gli altri team rivali per vincere gloria e fama, ma anche premi in denaro.

I gruppi si sfidano anche nella creazione di nuovi tipi di aquiloni: figure tridimensionali, forme originali come, ad esempio, quelle di divinità hindu, automobili e moto, fino a mascotte di marchi e sponsor. Un’orchestra di gamelan è solita accompagnare ogni squadra, aggiungendo al clima di festa del BALI KITES FESTIVAL la giusta punta di teatralità nei momenti di “decollo” e “atterraggio” degli aquiloni.

Alla scoperta degli aquiloni balinesi

I tradizionali aquiloni balinesi sono a dir poco enormi e, nel corso degli anni, non hanno fatto altro che sviluppare ulteriormente le proprie dimensioni, fino a 4 metri di larghezza e 10 metri di lunghezza. Alcune versioni dispongono di code svolazzanti in grado di raggiungere 100 metri e più di lunghezza.

Vengono costruiti dalla collettività presso la sala comune di ogni banjar, radunando per l’occasione giovani talentuosi e capaci, guidati per diverse settimane attraverso la supervisione dei più anziani e degli artigiani di bambù. I tessuti poi, tassativamente leggeri di peso, vengono selezionati in base allo schema colore concordato, e fissati secondo modalità piuttosto complesse e ingegnose. 

Il risultato finale viene poi trasportato fino alle zone di volo predisposte dal BALI KITES FESTIVAL, solitamente a bordo di furgoni con tanto di scorta speciale, in modo da attraversare in sicurezza le piccole stradine di Bali.

A volte può succedere che gli aquiloni volino molto in basso a ridosso delle terrazze di riso, richiedendo alla squadra uno sforzo fisico incredibile per evitare che l’opera d’arte si bagni!

Sebbene i cieli di Padanggalak siano dominati da questi “giganti volanti” in occasione del festival, in realtà è facile imbattersi in aquiloni volanti un po’ in ogni parte dell’isola già a partire dalla fine di maggio. Alcuni di essi vengono persino dotati di strumenti sonori detti guwang, capaci di generare un suono che può essere ascoltato anche da lontano.

Ogni mese – se non addirittura ogni settimana! – a Bali ci sono cerimonie, festival, parate e festività religiose da celebrare. Se vuoi approfondire una delle ragioni per cui Bali si chiama “isola degli dei”, leggi i nostri articoli dedicati a tutti gli eventi di Bali.

Sharing is caring!

shares