Sharing is caring!

La Festa dell’Indipendenza dell’Indonesia è una festività pubblica che ricorre ogni anno il 17 agosto e celebra la liberazione dal dominio coloniale olandese, che ebbe luogo nel 1945. Tuttavia, fu soltanto nel 1949 che venne ufficialmente riconosciuta l’indipendenza: dopo diversi tentativi di riprendere il controllo coloniale dell’isola di Bali (e l’uccisione dell’eroe balinese Gusti Ngurah Rai, al quale è dedicato l’aeroporto di Denpasar), l’Olanda si ritirò definitivamente dall’Indonesia.

L’evento in particolare che viene celebrato è un annuncio via radio che fece Sukarno, un famoso politico nazionalista locale che in seguito fu il primo presidente del paese, il 17 agosto 1945, quando venne dichiarata l’indipendenza dell’Indonesia dai Paesi Bassi. L’annuncio iniziò di fatto la rivoluzione, che terminò alla fine del 1949 con il riconoscimento dell’indipendenza.

FESTEGGIAMENTI PER L’INDIPENDENZA DELL’INDONESIA

Questa festività viene celebrata, ovviamente, anche nell’isola di Bali, con numerosi eventi comunitari, parate e mostre culturali ed artistiche. Il Palazzo Presidenziale viene decorato di rosso e bianco, richiamo forte ed evidente alla bandiera nazionale, mentre la popolazione solitamente si prende cura di ripulire le strade e le proprie abitazioni. Ogni anno infine, la cerimonia dell’alzabandiera viene trasmessa in TV su scala nazionale, alla presenza del Presidente, il vicepresidente e l’esercito.

La tradizione prevede anche il consumo di cracker indonesiani (i gustosissimi kerupuk), nonché numerose competizioni gastronomiche. Una delle tradizioni più popolari, però, è il PANJAT PINANG: viene eretto un tronco di palma e cosparso di grasso, mentre in cima vengono appesi numerosi premi. I partecipanti dovranno cercare di arrampicarsi sull’albero fino a raggiungere (e guadagnare) i propri premi.

I turisti, durante la Festa dell’Indipendenza, sono invitati ad unirsi ai festeggiamenti, fra street food, sfilate, spettacoli di danza e musica, ovviamente senza dimenticarsi dell’importanza che questa giornata riveste per gli indonesiani, e riconoscendo il dovuto rispetto a queste celebrazioni.

Ogni mese – se non addirittura ogni settimana! – a Bali ci sono cerimonie, festival, parate e festività religiose da celebrare. Se vuoi approfondire una delle ragioni per cui Bali si chiama “isola degli dei”, leggi i nostri articoli dedicati a tutti gli eventi di Bali.

Sharing is caring!

shares