Sharing is caring!

Non si hanno ancora notizie certe circa la riapertura al turismo di Bali e, più in generale, dell’Indonesia, dopo la chiusura cautelativa dovuta al coronavirus. Siamo stati contattati da tantissime persone negli ultimi mesi e la domanda era sempre la stessa: “Quando potrò tornare a Bali?”. Abbiamo monitorato le fonti ufficiali del governo indonesiano e raccolto per voi le notizie più recenti alla data odierna.

Riapertura di Bali al turismo – cosa dice il governo locale

Fino a fine 2020 l’Indonesia, e quindi anche Bali, non riaprirà i suoi confini al turismo internazionale.
Lo scorso 17 giugno, il Governatore di Bali, Wayan Koster, ha tenuto una conferenza stampa per annunciare il piano di riapertura al turismo in 3 fasi:

  • dal 9 luglio riapertura al pubblico degli objek wisata, ovvero i luoghi di interesse turistico;
  • dal 1 agosto accoglienza dei turisti domestici
  • dall’11 settembre apertura al turismo internazionale.

Come abbiamo precisato più volte sulla nostra pagina Facebook, quest’ultima data non era stata mai confermata dal governo centrale indonesiano. Si trattava di un piano locale prospettato per il territorio balinese che non aveva alcun valore a livello nazionale e che quindi non poteva esercitare nessuna leva sulla riapertura dei confini indonesiani verso l’estero.

In data 22 agosto è stato diffuso un comunicato stampa in cui il Governatore Koster confermava un allineato alle tempistiche del governo centrale di chiusura almeno fino alla fine del 2020. Di seguito le immagini del documento tradotto in inglese.

Riapertura di Bali e Indonesia al turismo – cosa dice il governo centrale

Giovedì 13 Agosto, il Ministro per gli affari marittimi e investimenti, Luhut Binsar Pandjaitan ha affermato che l’Indonesia non aprirà il settore turistico ai visitatori stranieri fino alla fine del 2020.
Secondo Luhut, la ripresa del settore turistico avverrà gradualmente, si stima che ci vorranno circa 10 mesi prima che il settore riprenda la sua attività e che si raggiungano i numeri “pre-covid”.
Il ministro del turismo Wishnutama Kusubandio ha dichiarato che al momento si punta sul turismo domestico. Gli Indonesiani che di solito vanno in vacanza all’estero sono almeno 8 milioni, quindi c’è un potenziale di 9 miliardi di dollari che potrebbero essere spesi in Indonesia, aiutando la ripresa del settore, in attesa del turismo internazionale.

(Fonte: CNN Indonesia)

Aeroporto internazionale di Bali I Gusti Ngurah Rai

Bali 2021: quando riaprono le frontiere?

Non ci sono ancora notizie certe circa la riapertura nel 2021 dei confini di Bali. Lunedì 28 dicembre è stata annunciata dal Ministro degli Esterti, una chiusura temporanea delle frontiere dell’arcipelago indonesiano come tutela verso la variante inglese del virus.
Dal 1 al 28 gennaio sarà permesso l’ingresso nel Paese solo ai cittadini indonesiani o residenti stranieri con permesso di soggiorno Kitas/Kitap (fonte aggiornamento 11 gennaio Reuters).
Fino a tale data non saranno processati nuovi visti di lavoro KITAS e business B211.

Panoramica dei casi di Coronavirus COVID-19 a Bali e Indonesia

Negli ultimi mesi, l’Indonesia ha visto aumentare il numero di pazienti positivi al Covid-19. Sicuramente è necessario tenere il quadro sotto controllo e attendere che la curva dei contagi cominci a scendere per prendere decisioni in merito alla riapertura dei confini per i visitatori stranieri.
I dati vengono aggiornati giornalmente sul sito ufficiale, di seguito il riepilogo aggiornato a domenica 1 Novembre:

BALI
Confermati 11.821In cura 751Guariti  10.681Deceduti 389
INDONESIA
Confermati 412.784In cura 56.899Guariti 341.942Deceduti 13.943

(Fonte: portale Covid-19 Bali)

Si può andare a Bali e in altre isole dell’Indonesia?

Attualmente è possibile arrivare in Indonesia solo se muniti di permesso di soggiorno KITAS/KITAP o business visa B211. In aggiunta al visto è richiesto:
– il risultato negativo del tampone (PCR) – esito entro 48 ore prima prima della partenza;
– un certificato medico, con traduzione in lingua inglese, che attesti la piena salute;
– l’assicurazione sanitaria;
QR code risultante dalla registrazione eHAC, sito governativo per il tracciamento degli ingressi di turisti e cittadini stranieri;
biglietto di ritorno o verso altra destinazione, entro 60 giorni (solo per i possessori di business visa).

All’arrivo in Indonesia si dovrà seguire la nuova procedura di contenimento del virus che prevede:
– controllo medico in aeroporto e tampone;
quarantena di 5 giorni a Jakarta in un hotel designato dal Governo;
– al 5° giorno si viene sottoposti al secondo tampone: se l’esito è negativo si potrà proseguire verso la destinazione scelta.

Le spese alberghiere e mediche NON sono coperte dal Governo e si aggirano tra i 450/600 Euro. A scopo precauzionale viene richiesta una ulteriore quarantena fiduciaria di 14 giorni, da effettuarsi presso una struttura alberghiera o residenza privata.

Fino al 28 gennaio 2021 non sarà permesso l’ingresso ai titolari di business visa.

NB: le disposizioni circa i visti e i requisiti di ingresso sono suscettibili di variazione. Siamo sempre attenti ad aggiornare quanto indicato ma ti inviatiamo a verificare ulteriormente prima della tua partenza dall’Italia, anche in ottemperanza alle regole della compagnia aerea con cui voli.

Nuovo visto B211: cosa è e quali sono i requisiti per l’ottenimento

Il B211 è un visto elettronico a ingresso unico che viene rilasciato per attività umanitarie, volontariato, ricongiungimento familiare, visita d’affari o di investimento. Permette di rimanere in Indonesia fino a 60 giorni e può essere prolungato massimo 4 volte – 30 giorni per ogni estensione -.

Il rilascio del visto è subordinato a comprovati motivi di affari o investimento, non si tratta di un visto turistico ed è necessario essere sponsorizzati da una società locale che si occuperà della richiesta.

Fino al 28 gennaio 2021 non saranno processati nuovi business visa.

Requisiti per richiedere l’E-visa B211

La richiesta di visto elettronico B211 viene fatta dallo sponsor sul sito dell’immigrazione, sono richiesti i seguenti dati/documenti:
– passaporto con validità di almeno 12 mesi alla data di entrata;
– scansione delle prime pagine del passaporto contenenti i dati;
– scansione della copertina del passaporto;
– estratto conto bancario;
dichiarazioni di responsabilità per entrare in Indonesia;
– indirizzo nel paese di origine;
– indirizzo in Indonesia (hotel o villa);
– dati di contatto personali (numero di telefono, numero WhatsApp, e-mail);
– dati di contatto di emergenza (membri della famiglia).

Disposizioni attuali per muoversi all’interno dell’arcipelago indonesiano

Le disposizione attuali del Governo circa gli spostamenti tra le isole, via mare o aerea, cambiano rapidamente e facciamo del nostro meglio per mantenere le informazioni aggiornate.
Le seguenti regole saranno applicate dal 9 al 25 gennaio 2021, a seguito della National Covid Task Force Surat Edaran n. 1/2021 (datata 9 gennaio 2021).

Bali

– I voli per Bali richiedono un test PCR negativo 2 x 24 ore prima della partenza o un test dell’antigene negativo 1 x 24 ore prima della partenza;
– il transito via terra/mare per Bali richiede PCR negativo o test dell’antigene 3 x 24 ore prima della partenza.

Giava

– I voli verso Giava o all’interno dell’isola richiedono un test PCR negativo 3 x 24 ore prima della partenza o un test dell’antigene negativo 2 x 24 ore prima della partenza;
– il transito via terra/mare per Giava o all’interno dell’isola richiede PCR negativo o test dell’antigene 3 x 24 ore prima della partenza.

Altre isole

– I passeggeri che viaggiano via aerea verso altre isole devono mostrare il RT-PCR negativo 3 x 24 ore o il test rapido dell’antigene 2 x 24 ore prima della partenza; 
– per il trasporto marittimo è necessario un RT-PCR o il test rapido dell’antigene negativo entro e non oltre 3 x 24 ore prima della partenza.

Non sappiamo se, all’indomani della riapertura dei confini al turismo, verranno mantenute le stesse ordinanze e verrà richiesto ai visitatori stranieri di presentare il risultato di un test o un certificato medico.

Possiamo solo attendere con pazienza che questa bufera che si è abbattuta sul mondo passi e che si torni a vivere e viaggiare.

Continua a seguirci per rimanere aggiornato e conoscere in tempo reale le ultime notizie da Bali

Per ulteriori informazioni sulla diffusione del coronavirus a Bali, fonti ufficiali e numeri utili, leggi il nostro approfondimento.

Sharing is caring!

shares