Sharing is caring!

Il nome Porta del Paradiso di Bali non è casuale: il Lempuyang è senza uno dei luoghi più simbolici e sacri dell’isola. Il tempio Pura Lempuyang sorge lungo i fianchi dell’omonima montagna, a circa 1.100 m, nella parte più orientale dell’isola fra Amed e Amlapura. Si tratta di uno dei templi di Bali più antichi e venerati, tanto da essersi guadagnato l’appellativo Luhur che significa “nobile, glorioso”: solo pochi templi hanno questo titolo.

Questa struttura religiosa è uno dei 9 templi direzionali costruiti per preservare l’isola dagli spiriti maligni. Esso è identificato anche come il tempio di Ishvara: questo termine sanscrito è il nome con cui gli shivaisti chiamano Shiva nella sua manifestazione di “Signore Supremo”, dal quale discendono tutte le altre divinità. Per i balinesi, Ishvara coincide con Sang Hyang Widi Wasa.

Storia e struttura del tempio

Non ci sono documenti storici riportanti la data esatta di fondazione, ma di certo il tempio esiste almeno dal X secolo d.C.. Il Pura Lempuyang rappresenta un complesso di templi costruiti lungo il fianco della montagna. Tutto il monte Lempuyang è ritenuto sacro e, seguendo la filosofia balinese del Tri Mandala, è virtualmente diviso in tre parti:

  1. Sang Ananta Bhoga: alla base della montagna, dedicata al dio Brahma, dove è costruito il tempio Pura Dalem Dasar Lempuyang;
  2. Sang Naga Basukih: la parte centrale della montagna, dedicata a Visnu, in cui si trova il Pura Penataran Agung;
  3. Sang Naga Taksaka: la cima della montagna, dedicata a Shiva, sulla quale è costruito il Pura Luhur Lempuyang.

Rispetto agli altri templi direzionali, il Pura Lempuyang è piuttosto piccolo. Nel cortile centrale troverete:

  • gli altari dedicati al fondatore del tempio Hyang Gnijaya e ai suoi figli;
  • il padiglione adibito al posizionamento delle offerte e alle cerimonie del sacerdote (piyasan);
  • un palazzo dedicato alla conservazione degli attrezzi per le cerimonie (gedong).

Una tripla scalinata adornata di naga (serpenti sacri) porta a tre porte finemente decorate. Inoltre dai candi bentar è possibile godere di una vista spettacolare sul vulcano Agung e le campagne circostanti. Il portale d’ingresso a due battenti inquadra così bene l’incantevole panorama sottostante da essere ormai soprannominato dai balinesi e dai visitatori la Porta del Paradiso di Bali.

Raggiungere il tempio alla sommità della montagna può essere molto faticoso: dovrai salire circa 1700 scalini e, durante la stagione delle piogge, il tutto è ancora più impegnativo perché si rischia di scivolare. Nella foresta circostante vivono poi famiglie numerose di macachi grigi, che possono infastidire i visitatori nel percorso. La fatica fatta, però, viene ampiamente ricompensata dallo splendido panorama.

Quando visitare il tempio Lempuyang

Il tempio Lempuyang è diventato molto famoso grazie ai social network. Su Instagram ci sono centinaia di foto della ormai celebre porta del tempio che si affaccia sul monte Agung. Il tempio si è guadagnato, così, l’appellativo di “porta del paradiso” e le immagini del suo portale sono diventate così virali da rivaleggiare con le più classiche immagini da cartolina di Tanah Lot e del Tempio Ulun Danu Bratan.

Per questo motivo è preferibile visitare il tempio al mattino presto, così da evitare la fila di turisti intenti a cercare l’angolo migliore per scattare le foto da social.

L’anniversario del tempio (piodalan) è festeggiato seguendo il calendario balinese. In questa occasioneil tempio viene addobbato con sarong e bandiere e i fedeli si recano in pellegrinaggio, con le loro offerte, fino in cima alla montagna.

Come arrivare al Pura Lempuyang

Il Tempio Lempuyang  si trova nella reggenza di Karangasem, tra Amlapura e Tulamben, a circa 70km da Ubud e a più di 90 km dall’aeroporto internazionale di Denpasar.

Se vuoi visitare il tempio alla sommità della montagna considera che salire la scalinata richiede circa due ore per la sola andata. È consigliabile una guida.

BIGLIETTO DI INGRESSO: 30.000 IDR

PURA LEMPUYANG

Ancora una curiosità…

La credenza popolare racconta che per poter raggiungere il tempio in cima al monte Lempuyang bisogna tenere un comportamento rispettoso e, soprattutto, non lamentarsi mai durante la salita. La sommità, altrimenti, non verrà mai raggiunta!

L’isola di Bali conta oltre 20.000 templi, fra luoghi sacri di famiglia, dei villaggi e dell’intera comunità hindu. Scopri quali sono i più importanti!

Sharing is caring!

shares