Sharing is caring!

Quanto dura il periodo delle piogge a Bali?
Quanto piove a Bali durante la stagione umida?
Vale la pena fare un viaggio a Bali al di fuori della stagione secca?

Il tema delle precipitazioni è uno dei più frequenti tra le tante domande che ci vengono rivolte da chi come te sta organizzando una vacanza sull’isola degli Dei. Se la preoccupazione del maltempo è senza dubbio comprensibile per chi sogna il viaggio perfetto, è altrettanto importante fare un po’ di chiarezza al riguardo.

Dopo le ultime raining season che abbiamo vissuto qui a Bali, c’è una lezione molto importante che abbiamo imparato: alla pioggia non si comanda!

I nostri amici balinesi ci raccontano di quando, parecchi anni fa, la stagione umida faceva sempre la sua comparsa con una puntualità quasi svizzera. Arrivava la prima settimana di novembre e tac, tutti in giro con l’impermeabile sempre pronto nella sella dello scooter. Anche all’epoca, però, nessuno era in grado di stabilire con esattezza quanto avrebbe piovuto, e se il maltempo si sarebbe protratto con continuità. Oggi queste predizioni sono diventate ancora più improbabili visto che, a Bali così come ovunque nel mondo, il meteo è diventato molto variabile e sorprendente.

Qual è il periodo delle piogge?

La stagione delle piogge a Bali va da novembre a marzo. Si tratta di un periodo indicativo: le precipitazioni possono iniziare e concludersi in anticipo o in ritardo, e non c’è modo di prevederlo. Quel che è certo è che in questo periodo il tasso di umidità si alza e, con esso, anche il caldo e la possibilità di precipitazioni. Se stai cercando informazioni su quale sia il mese più adatto per visitare Bali, sappi che molto dipende dal tipo di vacanza che hai in mente.

Quando le persone ci chiedono se vale la pena visitare Bali a gennaio, e se a dicembre piove tanto, ci piacerebbe tanto poter dare una risposta certa, ma non possiamo 🙂

Quanto piove a Bali durante la stagione delle piogge?

La risposta breve è … molto! Questo però non significa che la pioggia comincia a novembre e continua ininterrotta fino a fine marzo. Potranno esserci giorni in cui piove senza sosta (soprattutto fra gennaio e febbraio) alternati a giorni soleggiati da passare in spiaggia.

Gli acquazzoni torrenziali possono iniziare all’improvviso. In tal caso, soprattutto in caso di pioggia forte, l’unica soluzione è fermarsi in un posto al coperto e aspettare che passi. Acquista una mantellina antipioggia e portala sempre con te, in borsa o nel vano sotto la sella dello scooter. Diventerà la tua migliore alleata!

Visitare Bali durante la stagione delle piogge: 3 buoni motivi

Se la tua aspettativa è di passare tutta la vacanza in spiaggia sotto un solo cocente, la stagione delle piogge potrebbe non fare per te. È molto probabile che non ci sarà sole ogni giorno e per tutta la giornata. Ciò non toglie che la stagione delle piogge sia comunque un periodo buono per visitare Bali e godere della sua natura rigogliosa.

#1 ALLOGGI E VOLI PIÙ ECONOMICI

L’albergo, il resort, l’homestay, la villa privata che prenoterai avrà sicuramente una tariffa inferiore rispetto alla stagione secca. Prova a comparare i prezzi della stanza a gennaio e a luglio per capire a cosa ci riferiamo.

Non solo: scegliendo come periodo novembre-marzo, avrai accesso anche ai voli più economici per Bali Denpasar. Acquistando un volo per gennaio A/R potresti spendere circa 460 Euro.

Booking.com

#2 MENO TURISTI E MENO TRAFFICO

Durante la stagione delle piogge l’isola si svuota magicamente dal turismo di massa che affolla Bali fra luglio e agosto.

Precisiamo: non c’è niente di male nel viaggiare nei periodi di alta stagione! Sappiamo bene che tante persone possono andare in vacanza solo in questi mesi. Quel che è certo è che se avrai modo di scoprire Bali in altri periodo, troverai meno folla anche nelle spiagge che sono notoriamente piene (sì, anche la celebre Padang Padang!) e meno traffico per raggiungere i templi e tutti i luoghi più famosi.

Il vantaggio principale durante la stagione delle piogge è la notevole riduzione del traffico rispetto all’alta stagione. Una differenza sostanziale soprattutto in alcune zone come Ubud dove (e non esageriamo) ad Agosto correrai il rischio di rimanere intrappolato in auto per ore anche solo per fare qualche chilometro.

#3 NATURA IN TUTTO IL SUO SPLENDORE

Durante la stagione delle piogge la natura lussureggiante dà il suo meglio: le risaie di Jatiluwih e Tegalalang ti stupiranno con il loro indimenticabile verde brillante, e i riflessi del cielo sull’acqua ti regaleranno delle fotografie meravigliose. Nessuna coda senza fine per inquadrare i tuoi paesaggi preferiti: potrai goderti in tutta tranquillità i panorami che l’isola degli Dei offre in questo periodo.

Le meraviglie della natura di Bali

Durante la stagione delle piogge il verde di Bali è ancora più verde.

Vieni a esplorare tutte le sfumature di colori e vegetazione equatoriale!

COSA È IMPORTANTE RICORDARE

 

  • Attenzione ai trekking

Alcune delle migliori escursioni naturalistiche che potrai fare a Bali prevedono un po’ di sano trekking. Per esempio, se vuoi provare l’ebbrezza di vedere l’alba dal Monte Batur potresti avere qualche difficoltà nel percorso per via della scivolosità del terreno. Porta con te scarponcini professionali con una suola robusta e stabile, così da evitare cadute durante la salita.

  • Spiagge e rifiuti

Questo è l’aspetto più triste della stagione delle piogge a Bali. In questo periodo, infatti, cambiano le correnti marine, e i fiumi pieni d’acqua portano verso il mare tutti i rifiuti che incontrano lungo il cammino. Tutto ciò, purtroppo, rilascia sui litorali dell’isola un enorme quantitativo di spazzatura, plastica e derivati.

Da qualche anno sull’isola sono attive decine di squadre di volontari che offrono il loro tempo per ripulire le spiagge dai rifiuti provenienti dall’oceano. Inoltre molti alberghi in riva al mare impiegano ogni giorno il personale nella pulizia del litorale, per offrire ai loro ospiti un’esperienza di viaggio più piacevole e decorosa per l’isola.

Cosa fare a Bali quando piove?

Partecipare a una cooking class: lo ammettiamo, questa è una delle risposte che ci piacciono di più! Approfitta dell’impossibilità di andare in giro riparandoti in una cucina alla scoperta di sapori e ricette tradizionali. Qui ti verranno mostrati i passaggi fondamentali per preparare dei buonissimi piatti tipici della cucina indonesiana.

Oppure potrai sempre farti coccolare con trattamenti rivitalizzanti e rilassanti in una spa, magari dedicando una parte della tua vacanza a rinvigorire corpo e spirito con un soggiorno relax.

Quindi vale la pena venire in vacanza a Bali durante la stagione umida?

La risposta è… dipende da cosa stai cercando. Se vuoi fare vita da spiaggia, allora cerca di organizzare il tuo viaggio fra giugno e settembre. Ma se accetti il rischio di ritrovarti un po’ di pioggia in cambio di un’isola più economica, meno affollata e turistica, allora visitare Bali durante la stagione delle piogge è la scelta migliore che tu possa fare.

Ricorda che, nonostante la pioggia, sarai comunque a Bali. E buona parte di ciò che rende questo luogo così incantevole e unico al mondo è dovuto anche alla stagione delle piogge.

Visitare l’isola degli Dei durante la stagione delle piogge significa, semplicemente, adattarti un po’ alle condizioni atmosferiche variabili.  E ti ricorderà che stai esplorando un‘isola piena di tanta cultura, paesaggi naturali, storia, cibo e artigianato, con mille opportunità che vanno oltre la classica vita da spiaggia.

Sharing is caring!

shares